L'opinione di Lucrezia Cutrufo

Caro Presidente.....ma non aveva vinto il Centrodestra?

L'opinione      di Lucrezia Cutrufo

Impossibile non notarlo, ma nessuno lo dice. O meglio: solo adesso, quando la sollecitazione risulta essere ormai evidentemente tardiva, Giorgia Meloni fa pressing su Matteo Salvini per "tornare al Colle e chiedere che il Presidente dia l'incarico di Governo al Centrodestra" ed esprime la sua disapprovazione per le scelte di Mattarella.

 ...Dov'erano tutti i centrodestristi fino a ieri? L'incarico a Salvini sarebbe dovuto essere la prima scelta del Presidente. Infatti, se è vero, come è vero, che il Rosatellum (un inciso: perchè Rosato è ospite quasi fisso di alcune trasmissioni televisive...? è un premio per il "pasticcellum" che ha ideato?) pone sullo stesso piano Partiti e Coalizioni, così da dare, nei collegi uninominali con sistema maggioritario, tanto ai Partiti quanto alle Coalizioni un solo candidato, allora chi ha ottenuto dagli Italiani il maggiore consenso è, indubbiamente, la Coalizione di Centrodestra. Ergo, il Presidente della Repubblica Italiana, garante obbligato della volontà maggioritaria, quantitativamente, e suprema, qualitativamente, del popolo sovrano, avrebbe dovuto, automaticamente e con unica scelta prioritaria, assegnare l'incarico di formare il Governo Italiano al leader designato dalla Coalizione (o Partito, ma in questo caso ha vinto una Coalizione) vincente.

 Perchè questo non è accaduto?

 Molte le possibili ipotesi, anzi, le assai probabili risposte, tutte con un comune denominatore: la finalità di non dare l'agognato incarico a Salvini. Confesso un certo disagio a formulare questi miei dubbi, perchè credo, quasi come al dogma sull'infallibilità di ogni Pontefice, che il vertice di ogni Istituzione esprima, anche se spesso inconsapevolmente, la Volontà Divina, perciò intuisco che questa mancata dovuta precedenza al Centrodestra da parte di Mattarella abbia certamente un rovescio di medaglia assolutamente positivo, anche se verificabile solo a posteriori, risvolto che comunque attendiamo (l'esito delle elezioni regionali del Friuli-Venezia-Giulia ne è già una evidente anticipazione).

 Al momento, però, la mancata "opzione Salvini" la dice lunga sulla mancata linearità delle scelte presidenziali, stranamente concomitanti con i proclami, fatti dall'estero, del decaduto premier Gentiloni circa la necessaria, indispensabile, vitale, continuità delle scelte future con l'operato del precedente Governo. Decaduto, Gentiloni, ma ancora lì, a dettare le errate regole di una Sinistra che, con le leggi degli ultimi due anni, ha fatto sprofondare l'Italia, caratterizzata da un'etica e da un credo millenari, nei bassifondi dell'Umanità (..ma i pidiessini non stanno, ormai, orgogliosamente all'opposizione, lì dove il loro elettorato li ha relegati?) e a dare, sia all'estero che all'interno, con una forzatura che è espressione di spudorata falsità, una immagine alterata dell'Italia, proprio quell'immagine che gli Italiani attraverso il voto hanno dimostrato, più che ampiamente e con determinazione estrema, di NON VOLERE PIU'.

 Caro Presidente, caro saggio ed equo Presidente Emerito Napolitano... onore al merito. Con i migliori auguri per la Sua salute.

                                                                              Lucrezia Cutrufo 

Ti consigliamo


GIUDICHIAMO CONTINUAMENTE

GIUDICHIAMO CONTINUAMEN...

MA QUANTO I NOSTRI GIUDIZI SONO ESATTI? Alcu...

L'opinione   di Lucrezia Cutrufo

L'opinione di Lucrezi...

UN CONSIDEREVOLE ERRORE che potrebbe cambiar...

Il 16 marzo del 1978 fu rapito il Presidente Moro

Il 16 marzo del 1978 fu...

Fu un gigante della politica italiana.

TREMATE, TREMATE, STA TORNANDO LA BALENA BIANCA!

TREMATE, TREMATE, STA T...

La centralitàcristiana in vista delle politiche 2018

La centralitàcristiana...

ALCUNE LINEE PROGRAMMATICHE di LUCREZIA CUTRU...

Ciani  di DEMOS

Ciani di DEMOS

C’è bisogno di politiche sulla natalità e...

Commenti


Non ci sono ancora commenti!

Lascia un commento