Open e dati: Incontro a Roma

Open e dati: Incontro a Roma

Il 09/11/2017 al Palazzo dei Congressi si è svolto l’incontro con la “condivisione virtuale”. Red Hat, colosso del settore, sale in cattedra e divulga l’open source, grazie anche all’aiuto di 29 sponsor, tra i quali figurano nomi molto conosciuti, come Microsoft e Intel. Stand e conferenze per divulgare un messaggio che sembra destinato ad una diffusione sempre più esponenziale. Un’evoluzione che, se è più lenta per quanto riguarda il mercato “utente”, nel campo lavorativo ha la sua maggiore realizzazione.
Dopo una colazione tra gli stand, il padrone di casa ci introduce al suo mondo attraverso il motto “we grow when we share”. Proprio questa linea di pensiero li ha portati a concepire l’insieme
 di software messi a disposizione dei clienti. Da qui entrano in gioco quest’ultimi, da Vodafone a Fastweb, fino al Ministero Dell’Economia, che mostrano ciò che hanno realizzato partendo dai programmi di Red Hat (openstack, openshift e altri).                                                                            I risultati vanno dalla gestione di grandi quantità di dati allo sviluppo di tecnologie automotive, per arrivare alla gestione di servizi di infotainment in macchina ( gestione dell’autoradio, del navigatore, di applicazioni collegate al telefono ecc...).

Dopo una rapida pausa pranzo, siamo riusciti ad avvicinarci e ad intervistare i rappresentanti di due aziende diverse.
La prima, Par-tec, azienda tricolore, offre soluzioni dedicate al mondo finanziario ed è altresì operativa nel campo dell’educazione alla sicurezza in campo informatico. Particolare menzione va data a due dei corsi offerti, “Il regolamento europeo per la protezione dei dati (GDPR) e sua applicazione” e “Il regolamento europeo per la protezione dei dati(GDPR): le novità rispetto al D.Lsg 196/2003”. L’argomento di quest’ultimi risponde agli adeguamenti imposti da una legge europea, La General Data Protection Regulation, che diventerà effettiva da maggio 2018.
La seconda azienda, Capgemini, è una multinazionale francese, che conta diverse sedi in Italia. Partecipa all’evento per presentare soprattutto servizi di cloud computing, un paradigma di erogazione di risorse informatiche, come l'archiviazione, l'elaborazione o la trasmissione di dati attraverso Internet. Seguono 40 interventi in sessioni contemporanee a partire dalle 14 alle 17 circa, per parlare di: Sicurezza, Applicazione dei servizi, Cloud, Apps, Linux e gestione di un grande flusso di dati (Big Data).

Chiude la giornata un’estrazione di dieci premi che purtroppo non ci vedono vincitori.
Insomma, più che un semplice evento, un’opportunità notevole per la nostra città, la quale per un giorno è stata il centro nevralgico di un processo di sviluppo su cui è legittimo riversare grandi aspettative.

Marco Liberati

Ti consigliamo


IL MONDO DEL TEATRO OMAGGIA IL POETA SANDRO PENNA

IL MONDO DEL TEATRO OMA...

"IO VIVERE VORREI ADDORMENTATO /ENTRO IL DOLC...

Exedrartexpò in trasferta alla domus romana

Exedrartexpò in trasfe...

"Per dipingere I tuoi occhi devo prima conosc...

E-Prix 2018 arriva a Roma

E-Prix 2018 arriva a Ro...

il mondiale di formula E tra malumori e inco...

ROMICS, LA FIERA DEL FUMETTO A ROMA

ROMICS, LA FIERA DEL FU...

L’evento tanto atteso dagli amanti del coll...

DA ZERO A 100K: NEUROMARKETING

DA ZERO A 100K: NEUROMA...

SI INAUGURA A ROMA LA MOSTRA DEDICATA A CLAUDE MONET

SI INAUGURA A ROMA LA M...

Commenti


Non ci sono ancora commenti!

Lascia un commento